Home

Curare il cancro senza chemioterapia e radioterapia

Cancro: le nuove frontiere biologiche


La prognosi globale per il cancro è migliorata negli ultimi decenni grazie agli screening che vengono effettuati sulla popolazione i quali consentono una diagnosi precoce e trovano nella chirurgia, per i tumori solidi per lo meno, una strategia a volte risolutiva.

Le cose si complicano quando si rende necessario intervenire con terapie mediche come chemioterapia e radioterapia. Alcuni dati riferiscono positivi risultati nelle terapie adiuvanti, cioè dopo un trattamento chirurgico radicale, ma nella malattia clinicamente evidente - anche dopo terapia chirurgica - eccettuati alcuni casi anedottici, si parla ancora solo di sopravvivenza.

Com’è possibile che le varie strategie e tecnologie utilizzate nella cura del cancro abbiano ancora una percentuale di fallimento così elevata?


Una delle possibili risposte, quella in cui credo di più, è che la biologia del cancro sia diversa da quella attualmente condivisa.

Dagli studi di biologia molecolare è ormai chiaro che “la malattia” deriva da una cellula staminale che ha subito un “danno” e lo ha trasmesso al tessuto. Questo nuovo modo di concepire la “malattia” obbliga ad intraprendere percorsi terapeutici assai differenti dagli attuali.

Il cancro è una malattia, dunque non può sottrarsi a questa regola biologica.

Per provare a vincere il cancro in modo definitivo è dunque necessario conoscere il suo linguaggio biologico ed agire di conseguenza.

Prima sottopongo il tessuto malato a studi molecolari attraverso adeguate tecniche, dopo metto in sinergismo ed algoritmo fra loro molecole farmacologiche mirando alle strutture molecolari patologiche ed imposto una terapia che condiziona la staminale cancerosa e la induce ad una correzione funzionale.

A questo si affianca uno studio endocrino metabolico finalizzato alla correzione di noti disequilibri che la malattia cancerosa induce sull'organismo malato. In casi specifici applico anche test predittivi.






 
Cellule Staminali e il Cancro, il mio comportamento: Dott. Maurizio Pianezza Piazza della Vittoria 14/14 16121 Genova +39 0105530504 P. IVA 02218520100 Iscritto all'Ordine dei Medici di Genova 22/1/1980 al nr 8883 - Sito web notificato all'Ordine dei Medici di Genova in data 15/10/2008 - English Version